Decodificare il presente, raccontare il futuro

TREDICESIMO-PIANO

C’ERA UNA VOLTA MASSIMO RUGGERO

Arrivai a Londra all’inizio dei ’90. La mia fame di vita pulsava al ritmo dei palazzetti vittoriani di Kensington e Notting Hill ancora pieni di squatters: sembrava impossibile che potessi saziarmi. M

DAL DIARIO DI PHILIP WADE

MONITOR

ZOMBIE ECONOMY

L’effetto della pandemia sembra quasi scomparso dai mercati finanziari, che millantano una ripresa verticale. In realtà siamo di fronte a una replica della “Great Financial Crisis” del 2008: identica

PROFILI

L’ETÀ DELL’OIKOCRAZIA. INTERVISTA A FABIO ARMAO

Come in un’inquietante fusione tra i romanzi di Orwell e Huxley, stiamo per entrare in un nuovo totalitarismo: l’età dell’oikocrazia, neologismo che descrive l’ascesa del clan in quanto struttura soci

VISIONI

LA FINE DELLA QUARANTENA

“È finita la quarantena”. Le parole gli rimbombarono nella testa, rimase sul divano-letto ancora per un lasso temporale indefinibile, quasi inebetito. Quindi, come un cucciolo di animale che entra nel

SUGGESTIONS



From Philip Wade’s diary

The university was my privileged observatory on the great changes in society. Still, meanwhile, Wall Street dominated the scene outside. Financial bubbles filled the air like the bombs of the so-called “humanitarian wars”. With bitterness and disenchantment, I saw the roaring 1990s lay the foundations for a cluster of contradictions that would have exploded in the following decade.

LO SCISMA DEL CAPITALISMO

Nel suo ultimo libro, “Capitalism, Alone”, Branko Milanovic descrive l’imminente scenario globale che vede opporsi in una sorta di scisma le due forme di capitalismo “liberale” e “autoritario”, i cui modelli culminanti si trovano rispettivamente a occidente e a oriente. Se prima queste due facce della stessa medaglia avevano trovato il modo di convivere in un rapporto di “complementarità”, adesso

LA CENTRALITÀ DELLA CINA NELLE SOCIETÀ GLOBALI. INTERVISTA A SIMONE PIERANNI, AUTORE DI “RED MIRROR”

Dopo aver pubblicato un estratto del suo ultimo libro, “Red Mirror”, abbiamo intervistato Simone Pieranni in merito a sorti e contraddizioni del capitalismo di sorveglianza cinese, che si appresta a rimodellare le odierne società globali e a mutare le nostre esistenze.

IL NOSTRO FUTURO SI SCRIVE IN CINA, “TRA DIECI MINUTI”

“Red Mirror” di Simone Pieranni indaga il capitalismo di sorveglianza cinese portandone a galla radici storiche e contraddizioni del presente. E a partire dalla Cina, dipana una riflessione urgente e globale sui dispositivi di controllo che stanno rimodellando le odierne società e mutando le esistenze di tutti noi. L’autore del libro, per dirla con Charlie Brooker, ci racconta «il nostro presente

BEING DOMINIC MORGAN

The ‘90s: fin de siècle, roaring and unrepeatable. Everything was changing, a real revolution was coming — a cultural, technological, economic one. Something was taking shape, and I could hardly recognize its precedents. I felt like I was at the center of the world, ready to engrave my name in the future. And I was right.

Essere Dominic Morgan

Anni ’90: fin de siècle, ruggente e irripetibile. Tutto stava cambiando, era alle porte una vera e propria rivoluzione: culturale, tecnologica, economica. Prendeva forma qualcosa di cui stentavo a riconoscere i precedenti. Mi sentivo al centro del mondo, pronto a scolpire il mio nome nel futuro. E avevo ragione.

IL BIVIO: RESTAURAZIONE O RIVOLUZIONE

Philip Wade ha sessant’anni, una cattedra di Storia contemporanea al Birkbeck College di Londra, il celebre istituto di ricerca di Eric Hobsbawm, e ha vissuto molte vite. Figlio della working class di Liverpool, studente di letteratura a Oxford, allievo di Federico Caffè a Roma, oggi è incline alla malinconia: sogna ancora un mondo animato dai lumi della ragione e dai principi di uguaglianza. Appr

CRYPTO: L’ANTITESI DEL CONTROLLO

Ogni dispositivo di sorveglianza, anche il modello H-460 di Crypto Ag e la sua versione ottimizzata, conserva sempre un punto debole, un glitch congenito e inevitabile: il fattore umano. Per questo, anche lo stato e la multinazionale con i dispositivi più potenti del pianeta possono essere fregati. L’agente Smith non è imbattibile, il Leviatano si può sconfiggere.

NEWSLETTER


Autorizzo trattamento dati (D.Lgs.196/2003). Dichiaro di aver letto l’Informativa sulla privacy.