Decodificare il presente, raccontare il futuro

LEGGI

CRONACHE ANTICAPITALISTE

A dispetto del titolo, “Cronache anticapitaliste” di David Harvey è un gioiello argomentativo attualissimo e necessario, capace di traghettare le battaglie contro lo sfruttamento dell’essere umano e del pianeta in una cornice pratica e tutt’altro che ideologica, radicale, sì, ma calata nella più assoluta contemporaneità.

IL FUTURO, A ORIENTE. INTERVISTA A SIMONE PIERANNI

Neo-marxismo e ipercapitalismo, rivoluzione tecnologica, Stato e contestazioni, sorveglianza, visioni dal presente-futuro. Abbiamo intervistato Simone Pieranni, autore di “La Cina nuova” (Editori Laterza, 2021) e uno dei più grandi esperti italiani in materia, per capire costa sta succedendo a estremo oriente e di riflesso negli assetti delle odierne società globali.

LA CINA NUOVA

Memoria e futuro, socialismo e mercato, metropoli e campagna, airpocalypse e civiltà ecologica, lavoro e automazione. “La Cina nuova” di Simone Pieranni indaga i mutamenti di un paese – divenuto ormai potenza mondiale – tanto lontano e ancora sfuggente quanto centrale per leggere e interpretare presente e futuro di politica e società, su scala planetaria.

IL SOGNO D’OCCIDENTE È IL BUNKER

Mentre nel pieno di una pandemia l’uomo attraversa città deserte e alienate, la North Star Missile Silo annuncia che nuove soluzioni abitative sono finalmente disponibili: a soli 750mila dollari di base d’asta è infatti possibile acquistare come casa un silo costruito interamente sottoterra, reso impenetrabile da tonnellate d’acciaio e dotato di serre idroponiche per la coltivazione, a decine di m

ACQUA

Benvenuti nell’antropocene, dove gli esseri umani, dopo centinaia di milioni di anni di cosiddetta evoluzione, sono arrivati qui: hanno una sola borraccia per attraversare il deserto e la stanno svuotando consapevolmente mentre ridono, in preda a una cupio dissolvi senza ritorno.

COLTAN

Nella Repubblica democratica del Congo ci sono almeno duemila siti d’estrazione di un particolare tipo di minerale divenuto il più ricercato al mondo. Questi siti sono controllati da signori della guerra e mercenari al servizio di multinazionali della logistica e della componentistica. Lo scriveva oltre un secolo fa Joseph Conrad: il cuore di tenebra è quello della violenta furia devastatrice. Ier

LITIO

Cuore pulsante delle batterie, moto immobile che anima i nostri smartphone, tablet, computer e qualsiasi tipo di device tecnologico. Viene estratto nelle saline in cui muoiono di fame e lavoro uomini, donne e bambini. Per assicurarsene una riserva, si instaurano e rovesciano dittature, si lanciano bombe. È la guerra del litio, bellezza.

CARNE

Nel caldo e afoso inverno, Michel si aggira solitario per lo spettrale giardino deserto della villa seicentesca. Non solo siccità, deforestazione, cambiamento climatico, malattie. No, gli allevamenti intensivi erano diventati anche la prima causa di zoonosi, di trasmissione di virus da una specie all’altra.

ORO

Dai primordi l’oro impone all’umanità di esplorare, conquistare, colonizzare. «Accumulazione per spoliazione», la ragione del capitale prima del capitalismo. Miniere a cielo aperto, sangue, sfruttamento, guerre, confini, schiavitù. Tutto per vedere risplendere il metallo giallo, colore del sole, anche sulla terra. Nelle mani di chi domina.

PETROLIO

“Accumulazione per spoliazione”, la chiama il geografo David Harvey. Interi continenti ridisegnati, dal punto di vista ambientale e umano, in nome dell’estrazione dell’oro nero. Prima che cominciasse a estinguersi il suo valore. Uomini, piante, animali, acqua, cielo e terra non lo rimpiangeranno.

“LIBERI DI OBBEDIRE”

L’ultimo saggio di Johann Chapoutot, “Nazismo e management – Liberi di obbedire”, ci racconta come una determinata concezione dell’organizzazione sociale e del lavoro dominante oggi, basata sulla fine del conflitto tra capitale e lavoro, prenda piede e si diffonda durante il Terzo Reich.

IL RICHIAMO DI RACHAEL

La sala è sempre la stessa, irreale e con le luci al neon. Tutto è blu dipinto di blu ma nessuno sembra felice di stare lassù. La replicante vaccinata ha sempre pensato che quel setting scenografico sarebbe stato inadeguato anche in una delle televendite in voga nei ‘90 su MTV. La mente fatica a processare dati mentre la solita voce robotica blatera frasi dai costrutti astrusi elencando tutte le t

CARLOTTO, L’ERETICO DEL NOIR ITALIANO

Massimo Carlotto è l’autore più radicale ed estremo del noir italiano: un eretico. Per venticinque anni si è mosso tra gli schemi della letteratura crime senza rimanere invischiato nella rete di tic, cliché e stereotipi propri del genere. “E verrà un altro inverno”, il suo ultimo romanzo uscito per i tipi di Nero Rizzoli, ne è l’ennesima conferma.

SINDEMIA

È «Sindemia» quando la malattia colpisce tutti, ma il modo in cui ognuno la subisce è diverso. Il podcast di Stefano Bises con I Diavoli.

RICONOSCERE IL DOMINIO, RIPRENDERSI LA VITA

“Dominio”, l’ultimo libro di Marco D’Eramo, racconta di come la nuova guerra di classe – quella dichiarata dai ricchi contro i poveri, e vinta dai ricchi contro i poveri – sia stata una guerra combattuta sul piano dell’ideologia, volta a imporre la ragione neoliberale sul mondo e nella mente di ognuno di noi, lasciandoci credere all’impossibilità di un’alternativa.

LA VACCINATA

È necessario fare uno sforzo abnorme per ancorarsi alla lucidità e planare nello spazio sicuro che spinge al ragionamento. Il fantastico trio di esperti la traghetta a oltranza verso altro, è una lotta impari. Il modo di parlare e soprattutto il tono lascia spazio a un’unica certezza: quella di una comunicazione dissociata, poco rassicurante, robotica, anche se non è in grado di affermare se l’err

THE SERPENT

“The Serpent” racconta la storia vera di Charles Sobhraj, criminale che alla fine degli anni Settanta, in Thailandia, ha irretito, ucciso e occultato un numero ancora oggi imprecisato di hippie occidentali. È una serie su una vicenda strana e inquietante, forse l’ennesima, ma che in questo caso per risvolti e cifra stilistica apre una serie di riflessioni inedite su crisi d’identità e rimossi di m

OMNIA SUNT COMMUNIA: LIBERIAMO I BREVETTI

La pandemia ha mietuto milioni di vittime e la gestione dei vaccini sta compromettendo il sistema economico-finanziario. Il tracimare della “corporate culture” ha distrutto il patto, già debolissimo, tra amministrazione pubblica e sistema privato. Infine il denaro che ha finanziato la ricerca rimane escluso dai dividendi sociali che avrebbe dovuto generare. Allora, forse, al grido millenario di «o

LA RUSPA DEL CAPITALE NEL CANALE DI SUEZ

Oltre trecento navi bloccate per giorni nel canale in cui ogni anno scorre più del dieci per cento del commercio mondiale. Eppure, a Suez non abbiamo visto una nave incagliarsi e sabotare gli ingranaggi del sistema, ma la piccola ostinata ruspa del capitale nell’atto di liberare lo stesso sistema dalla sabbia residua del tempo. All’infinito.

THE LAST MAN AND THE DIGITAL ORDER

Phil observes the solitary silhouette on the pier, his tiny and motionless figure in front of the giant metal volumes all around, regulated by the new digital order. Francis Fukuyama said that history was over and that “the last man” would be the prototype of the liberal. He was wrong: we may not yet know the real “last man”, but we do know that Fukuyama’s one has failed.