Decodificare il presente, raccontare il futuro

Sun, February 3, 2019

I DARK DATA SONO SEMPRE PIÙ “DARKER”

Il mondo è alterato da meccanismi finanziari che tendono a una progressiva oscurità, all’interno della quale agisce una forza capace di succhiare valore da qualsiasi aspetto della vita umana. Ma «c’è una crepa in ogni cosa, ed è così che entra la luce». L’ebook “Darker-Il codice sorgente e il potere della finanza”, rilasciato dai Diavoli e firmato da N3xuZ, cerca allora di aprire una crepa sulla finanza globale e il suo relativo potere, per svelarne il dietro le quinte e le dinamiche all’apparenza imperscrutabili che determinano le sorti delle esistenze umane, individuali e collettive.

ARTICOLO

Che cos’è un meccanismo?
In natura è ciò che è nascosto. Qualcosa che gli uomini
non hanno costruito e che cercano di scoprire.
In finanza è qualcosa che gli uomini cercano di costruire
e poi di nascondere. Di non far scoprire.
Il mondo è alterato da meccanismi finanziari che tendono a una progressiva oscurità, all’interno della quale agisce una forza capace di succhiare valore da qualsiasi aspetto della vita umana. I “dark data” diventano sempre più “darker”.
Ma «c’è una crepa in ogni cosa, ed è così che entra la luce».
Questo ebook, rilasciato dai Diavoli e firmato da N3xuZ, cerca allora di aprire una crepa sulla finanza globale e il suo relativo potere, per svelarne il dietro le quinte e le dinamiche all’apparenza imperscrutabili che determinano le sorti delle esistenze umane, individuali e collettive.
***Fuori ora e scaricabile qui o qui***
Perché la prima legge di ogni potere, anche e soprattutto di quello finanziario, è celare i propri meccanismi, per schermare chi li possiede e chi li guida.
La nostra prima difesa dunque non può essere che far luce su questi meccanismi. Non per tornare indietro, illudendoci di ripristinare un mondo senza macchine o finanza, ma piuttosto per trovare il nostro ruolo in questa realtà accelerata in cui alta finanza e rivoluzione digitale si sono abbracciate, cingendo tutti e tutto, e in cui non possiamo sottrarci dall’abbracciarle a nostra volta.
In questo caso, però, in maniera attiva e consapevole.
«L’oscurità dà potere. Il potere cerca l’invisibilità. L’invisibilità conduce alla presunzione. La presunzione spinge a esporsi. Esporsi porta alla sconfitta. La sconfitta toglie potere.
Un ciclo ancestrale, quasi inalterabile. Ci insegna che per guadagnare potere bisogna occultare. E per occultare non basta creare il buio: bisogna imparare l’arte di modellare la luce. Rifletterla, defletterla. Continuamente.
Alterare le immagini può essere molto più efficace che nasconderle. Perché il potere si basa sulla paura: ciò che temiamo di più è ciò che non riusciamo a vedere.
Ma è proprio quando temiamo qualcosa che diffidiamo, ci difendiamo. E resistiamo. Per questo il potere più grande è quello che si cela in ciò che vediamo e di cui ci fidiamo. Un potere che non ha più bisogno della paura.
Questo ciclo ci insegna anche che esporre, portare alla luce, è la chiave per contrastare il potere. Se non lo conosco, non posso sconfiggere un potere. Conoscerlo è il primo passo per bloccarne i meccanismi.
Per questo i sistemi più oscuri sono quelli in cui l’occultamento non lascia tracce. Tutto appare chiaro. Sono quelli in cui l’oscurità stessa è stata oscurata.
È proprio nella luce che filtra in questi sistemi, che si annida l’oscurità. È una luce che nasconde le cause e gli effetti. Una luce che serve a distrarre, non a distinguere. Quando è necessario, inverte cause ed effetti in un gioco di specchi vuoti.
Anche per chi è abituato al buio, i sistemi oscuri sono difficili da guardare. E sono pericolosi. «Quando si guarda il lato oscuro bisogna essere prudenti… Il lato oscuro ti scruta a sua volta» dice il maestro Yoda di Star Wars.
Ma la finanza non è fantascienza, giusto?
Nei sistemi finanziari, ciò che guardiamo ci scruta a sua volta. Proprio ciò che guardiamo più spesso è oscuro. O meglio, è oscuro ciò che usiamo per guardare. Ciò che appare più evidente, scontato e pacifico. I dati: i pacchetti di luce che usiamo per capire i sistemi finanziari generano e incorporano oscurità.
Sono oscuri.
Sono dark data.»
Ecco lo spirito profondo che anima questo viaggio tra macchine, flash crash, meditazione zen, info-sfera, rimandi all’immaginario collettivo, algoritmi e dj finanziari: risalire fino al codice sorgente del potere finanziario, scovare cosa è diventato, da dove viene e dove ci sta portando.
Passare dalla passività del subire all’attività del comprendere e, quindi, dell’agire.
Darker- Il codice sorgente e il potere della finanza è fuori ora, rilasciato da idiavoli.com e scaricabile QUI o QUI.

NEWSLETTER


Autorizzo trattamento dati (D.Lgs.196/2003). Dichiaro di aver letto l’Informativa sulla privacy.



LEGGI ANCHE: