Decodificare il presente, raccontare il futuro

MONITOR


Mon, June 13, 2016

TASSI DI INTERESSE AL LIVELLO PIÙ BASSO DA 5 MILA ANNI

valuewalk.com – Un rapporto di Bank of America Merrill Lynch afferma che i tassi di interesse sono al loro livello più basso da 5 mila anni. Michael Hartnett e la sua squadra sottolineano nella loro ricerca del 7 giugno intitolata “The longest Pictures” che il 28 aprile il mercato toro delle azioni statunitensi è diventato il secondo più longevo di tutti  i tempi.

Hartnett e colleghi forniscono una guida ai mercati finanziari a partire dal 1800. La relazione evidenzia che l’aumento dei tassi deciso dalla Fed a dicembre è corrisposto al primo rialzo in quasi un decennio, mettendo così fine alla più duratura politica dei tassi invariati della Banca Centrale americana, che è stata fondata nel 1913. Il rapporto illustra come l’impulso monetario senza precedenti degli ultimi anni abbia fallito l’obiettivo di stimolare una crescita e come la guerra globale alla deflazione sia stata ritardata da un eccesso del debito. Gli analisi del BALM evidenziano come, a partire dalla crisi finanziaria del 2008, la guerra alla deflazione sia stata combattuta esclusivamente attraverso la politica monetaria, contando 654 tagli dei tassi dalla bancarotta di Lehman.
Secondo i ricercatori, anche la tecnologia ostacola la battaglia contro la deflazione. Per esempio, sostengono che l’aumento delle aspettative di vita legato alle nuove biotecnologie e alla genomica prema sui risparmi e aumenti i costi dell’assistenza sanitaria.
E ancora, negli ultimi quattro anni, i rendimenti dei titoli sono rimasti ostinatamente bassi negli Stati Uniti, mentre i rendimenti dei titoli di Stato in Giappone, nell’Eurozona e in Svizzera, nel corso dell’anno passato hanno esplorato per la prima volta in assoluto territori negativi.
Le conclusioni sono che la politica monetaria non è riuscita a mettere KO la deflazione. Mentre Wall Street è cresciuta, Main Street no, con salari che continuano a calare in percentuale al PIL. Secondo gli analisti, è improbabile che l’attuale disparità di reddito possa essere risolta attraverso un ulteriore aumento dei prezzi delle attività. Gli investitori dovrebbero invece iniziare a combattere la “guerra alla disuguaglianza” con altri mezzi, come la tassazione regressiva, il protezionismo commerciale o l’Helicopter money.
Il mondo, per la prima volta nella storia dell’uomo, sperimenterà un “picco dei giovani” nel 2020, con il numero di persone di età superiore a 65 anni che dovrebbe sorpassare quello dei bambini sotto i 5. La popolazione mondiale, insomma, invecchia e anche questo è un fattore di contrasto alla guerra combattuta negli ultimi anni contro la deflazione. Un tale invecchiamento, avvertono i ricercatori, aumenterà la necessità di risparmiare al fine di poter contare su una pensione per un periodo più lungo e per far fronte ad un aumento delle spese sanitarie.
Leggi anche GLI SPIRITI DI FRIEDMAN Gli spiriti di Friedman si basano su due assunti. Uno: non appena si verifica una deviazione dal reale valore di una azione, si genera una opportunità di investimento. Due: gli ‘Spiriti’ colgono al volo tale opportunità, correggendo questo errore I CREDITORI PAGANO IL COSTO DELL’ECONOMIA  A TASSI NEGATIVI La posizione di creditore non riguarda solo i ricchi capitalisti. E’ sufficiente che ognuno di noi sia titolare di un conto corrente e abbia alcuni risparmi per diventare – di fatto – un creditore LA PARABOLA DEI TALENTI Il Quantitative easing è un dispositivo parziale, legato alla virtualità degli scambi finanziari e caratterizzato da un rapporto ambivalente, quasi schizofrenico, con la realtà LA BCE DICHIARA GUERRA AGLI INSIDER Uno studio dell’Eurotower rivela che in 7 casi su 21 i prezzi iniziano a spostarsi mezz’ora prima della diffusione ufficiale dei dati macroeconomici

NEWSLETTER


Autorizzo trattamento dati (D.Lgs.196/2003). Dichiaro di aver letto l’Informativa sulla privacy.



LEGGI ANCHE: