Decodificare il presente, raccontare il futuro

Mon, July 4, 2016

TABULA RASA IN UK. IL RESET OLTRE IL LEAVE

Boris Johnson is out. David Cameron is out. Nigel Farage is out. Jeremy Corbyn is half way out.

ARTICOLO

Boris Johnson is out. David Cameron is out. Nigel Farage is out. Jeremy Corbyn is half way out.
Il risultato del referendum è stato un bacio della morte per la politica inglese, a prescindere dalle posizioni su Leave e Remain. Nessuno è in grado di rivendicare o gestire la vittoria. Il fallimento è totale. Il referendum assomiglia a un tragico scherzo finito male. Una roulette russa in cui alla fine non ci sono stati superstiti.
I leader della scena politica britannica si aspettavano la vittoria del Remain in modo da continuare a recitare ciascuno il proprio ruolo. Come in una commedia di Shakespeare, Cameron sarebbe rimasto sul trono, Boris Johnson sarebbe stato il suo delfino e successore, Farage avrebbe continuato a rumoreggiare contro gli immigrati e Berlino, e Corbyn avrebbe resistito dietro la trincea del suo europeismo poco convinto.
E invece no. Invece è venuto giù il teatro.
L’esercito degli invisibili ha accelerato la dissoluzione politica in atto negli ultimi anni. I britannici hanno votato per un Reset, più che per il Leave. Tabula rasa, ricominciare da capo. Ed è un monito per l’intero Occidente, questo. Perché le modalità sono differenti e i contesti diversi, ma l’ultimo atto rischia di essere uguale ovunque: non il sipario che cala, bensì i teatri che crollano.
Philip Wade
Leggi anche: L’esercito degli invisibili: UK ai tempi del Brexit

NEWSLETTER


Autorizzo trattamento dati (D.Lgs.196/2003). Dichiaro di aver letto l’Informativa sulla privacy.



LEGGI ANCHE: