Italia e Germania

La Deutsche vita e gli NPL

La Deutsche Bank svela i conti e annuncia il crollo del 98% dell’utile netto nel secondo trimestre di quest’anno, mentre in Italia...

27 luglio 2016

«L’attenzione sull’Italia è determinata da cause precise e ampiamente note dal momento in cui è emerso il problema dei crediti deteriorati. Ciò che, invece, rimane oscuro è il bilancio della grande banca tedesca e l’ammontare esatto dei contratti derivati. Potrebbe trasformarsi in una voragine di perdite senza precedenti. Uso un’immagine forte: quello – a mio avviso – è il vero buco nero della finanza globale. E peraltro concentrarsi lì, nel cuore dell’Europa, e non sui soliti noti della periferia, potrebbe favorire una riflessione finalmente seria, o addirittura dettare un processo di riforma dell’intero sistema.» Da Lo stress test è al cuore dell’Europa

Deutsche Bank: utile netto crolla del 98%

La Deutsche Bank svela i conti e annuncia il crollo del 98% dell’utile netto nel secondo trimestre di quest’anno. Si tratta di una contrazione a 20 milioni di euro, rispetto ai 796 milioni dello stesso periodo nel 2015. In un contesto di volatilità dei mercati, l’istituto tedesco ha incassato un risultato comunque migliore rispetto alle aspettative. Gli analisti di Bloomberg, infatti, avevano stimato perdite pari a 22 milioni di euro. I ricavi netti, invece, sono scesi del 20% a 7,4 miliardi di euro.

Con questi numeri, è tempo di spingere sulla ristrutturazione, parola dell’aministratore delegato John Cryan: «Se persiste l’attuale fase di debolezza economica, sarà necessario essere ancora più ambiziosi nel portare avanti il processo di ristrutturazione in termini di tempistica e intensità».

-1x-1

Il 7 luglio sui idiavoli.com era stato rilevato che «qualcosa di impronunciabile» riguarda l’Europa. L’invito era proprio a guardare alla Germania, a una grande banca tedesca e a qualcosa «all’apparenza insospettabile ma troppo esposto». Il «vero malato» dell’Unione non sta, dunque, a Sud tra i soliti noti della periferia d’Europa. Bisogna guardare oltre l’Italia e il Portogallo, al cuore del Vecchio continente, alla Germania e a DB che è molto vulnerabile.

Italia e lo scorporo degli NPL

Le fibrillazioni del sistema bancario europeo rimangono la principale preoccupazione. Bisogna, però, guardare anche all’Italia dove si ripropone l’idea di spacchettare gli Npl, i Non performing loans, un vero e proprio scorporo della bad bank. Tutto questo avviene in un quadro d’interventi pubblici che legano il dl banche, il fondo Atlante e la GACS (Garanzia Cartolarizzazione Sofferenze) finalizzati all’aumento del valore di liquidazione.  Come scrivevamo su idiavoli.com, se si procedesse su questa strada «l’idea di uno spin-off di queste attività in una società separata a beneficio dei propri azionisti renderebbe ancora più trasparente questo valore al punto che gli azionisti non interessati a questa attività potrebbero monetizzarla vendendola a un valore come minimo pari a zero. Si potrebbe pensare di assegnare queste attività agli azionisti utilizzando lo schema GACS, dopotutto sono gli stessi portatori del rischio stesso, solo che ora è diluito all’interno del gruppo indistinto»

«Lo spin off della “bad bank”, al riparo dalla speculazione e da decisioni frutto delle urgenze del momento, farebbe emergere il reale valore di mercato delle attività bancarie e quello delle sofferenze e renderlo monetizzabile. Qualsiasi valore maggiore di zero per le sofferenze sarebbe un reale arricchimento per l’azionista delle banche che oggi vede quel valore diluito all’interno del gruppo indistinto mentre la descrizione di un perimetro chiaro per l’attività bancaria sana non potrà che far emergere il valore della stessa oggi annacquato dalle sofferenze. Le banche con un più solido modello di business potrebbero finalmente distinguersi rispetto a chi, anche al netto delle sofferenze, fatica a stare al passo coi tempi, incoraggiando il definitivo consolidamento del sistema.Lo spin-off potrebbe rendere maggiormente visibili queste disparità ed accelerare il processo in corso.» Da Lo spin-off degli Npl. Scacco matto agli avvoltoi

Ti può interessare anche:
Filter by
Post Page
Banche Focus
Sort by

I Diavoli

I Diavoli della nostra epoca dominano le variabili. Prevedono il futuro. Se è necessario lo determinano per influenzare il corso degli eventi. Non credono al caso o alla fortuna. Figure enigmatiche e ambivalenti – I Diavoli – tra inganno e prodigio, perseguono un ordine molto spesso volto al loro esclusivo interesse. In questi anni si sono mossi – decisi e sfuggenti – davanti ai grandi eventi della nostra epoca. Dalle pagine di questo sito proveremo a raccontare fatti e raccogliere testimonianze di uomini capaci di intercettare queste verità e forzare dunque la scatola dei segreti del potere finanziario, per mostrarne a tutti il contenuto.

Simple Share Buttons